Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

sabato 6 settembre 2014

In Libreria: "LO STRANO CASO DELL'APPRENDISTA LIBRAIA" + "Recensione"

Vi e' mai capitato di leggere una trama e di capire subito nel profondo, che e' il libro che fa per voi, che e' proprio quello di cui avevate bisogno e di provare quella forte sensazione di ritrovare finalmente la strada persa dopo che ci si e' smarriti da tanto.

Probabilmente non e' stata la storia in se ma ciò che rappresenta, il messaggio che si scorge tra le righe "un libro è la giusta cura a qualsiasi problema" e non potrei essere piu' d'accordo, quante volte ho trovato conforto tra le pagine di un romanzo...

Lo strano caso dell’apprendista libraia è il romanzo più amato dalle librerie indipendenti americane. Grazie a loro è partito un passaparola tra i lettori che ne sono rimasti incantati. Deborah Meyler è convinta che l’esperienza più bella della sua vita sia stata lavorare in un negozio di libri e ha deciso di descriverla. Un romanzo che ricorda a tutti noi come il fascino delle librerie sia intramontabile. E che spesso quei luoghi pieni di scaffali polverosi nascondono sorprese inaspettate. 

di
Deborah Meyler
Editore: Garzanti
Titolo originale: "The Bookstore"
Pubblicazione: 28 agosto 2014
360 pag.
Prezzo: 14,90 euro

Una piccola libreria a New York. 
Un amore da dimenticare.
Una magia tra i libri.


CONTENUTO:

Esme ama ogni angolo di New York, e soprattutto quello che considera il suo posto speciale: La Civetta, una piccola libreria nell’Upper West Side. Un luogo magico in cui si narra che Pynchon ami passare i pomeriggi d’inverno e che nasconde insoliti tesori, come una prima edizione del Vecchio e il mare di Hemingway. 

Il BookstoreEd è lì che il destino decide di sorriderle quando sulla vetrina della libreria vede appeso un cartello: cercasi libraia. È l’occasione che aspettava, il lavoro di cui ha tanto bisogno. Perché a soli ventitré anni è incinta e non sa cosa fare: il fidanzato Mitchell l’ha lasciata prima che potesse parlargli del bambino. 

Ma Esme non ha nessuna idea di come funzioni una libreria. Per fortuna ad aiutarla ci sono i suoi curiosi colleghi: George, che crede ancora che le parole possano cambiare il mondo; Mary, che ha un consiglio per tutti; David e il suo sogno di fare l’attore. Poi c’è Luke, timido e taciturno, che comunica con lei con le note della sua chitarra. 


Sono loro a insegnarle la difficile arte di indovinare i desideri dei lettori: Il Mago di Oz può salvare una giornata storta, Il giovane Holden fa vedere le cose da una nuova prospettiva e tra le opere di Shakespeare si trova sempre una risposta per ogni domanda. 

E proprio quando Esme riesce di nuovo a guardare al futuro con fiducia, la vita la sorprende ancora: Mitchell viene a sapere del bambino e vuole tornare con lei. Esme si trova davanti a un bivio. Il suo più grande desiderio sta per realizzarsi, ma non è più la ragazza spaventata di un tempo e non sa più se è quello che vuole davvero. 

Perché a volte basta la pagina di un libro, una melodia sussurrata, una chiacchierata a cuore aperto con un nuovo amico per capire chi si è veramente. Perché Esme non è più un’apprendista libraia, ora è una libraia per scelta.

LEGGI LE PRIME PAGINE

L'AUTRICE:

Deborah Meyler è nata a Manchester, ha frequentato il Trinity College a Oxford e poi la St Andrews University. Qualche anno dopo si è trasferita a New York: qui ha aperto due librerie indipendenti, che sono sopravvissute nonostante la crisi. Il suo primo romanzo è Lo strano caso dell’apprendista libraia, con cui ha ottenuto grande successo in America.

Sito dell'autrice: "qui"

COMMENTI:

«In poco tempo è diventato il libro più amato da tutte le librerie. Questo romanzo è un fenomeno.» 
- Usa Today -

«Un romanzo pieno di vita che apre il cuore e regala il buonumore. Un inno all’amore per i libri.»

 - Booklist -



RECENSIONE:


Inutile sottolineare che già leggendo la trama era stato "amore a prima vista", il solo accenno al potere dei libri fa di me una fedele alleata che ha trovato ormai nella lettura un insostituibile compagno di vita.

Ma sto divagando! 

Veniamo al romanzo, che dire...le vivide descrizioni di questa New York che cambia al trascorrere delle stagioni, non sono un complemento della storia ma parte integrante di essa, quasi un protagonista fondamentale,  basta chiudere gli occhi e ti sembra di scorgere i taxi gialli che frecciano per la Broadway, il fiume incessante di persone che affollano i marciapiedi e poi, in un angolo quasi nascosta, eccola là "la Civetta", una piccola libreria dal sapore antico che incurante delle grandi catene di distribuzione, ancora da asilo ai suoi affezionati clienti, a quelli nuovi, ai lettori sperduti o a chi semplicemente cerca un luogo dove sentirsi a casa.

Ed è qui che la vicenda prende vita, tra scaffali stracolmi di libri impolverati, volumi usati che racchiudono tra le pagine ingiallite la vita di qualcuno ed una tazza di the caldo.

Sullo sfondo una storia d'amore ma non è questo che incanta il lettore bensì il forte legame che da subito è nato tra la protagonista Esme, una ragazza inglese trasferitasi per un dottorato in storia dell'arte, e l'improbabile libreria dove si affollano di continuo personaggi particolari, persone inconsuete ed uniche ognuna con la propria storia, che insegneranno ad Esme a guardare la vita con occhi differenti.

Un libro sugli imprevisti e sulle conseguenti scelte che inevitabilmente cambiano il corso degli eventi ma soprattutto sull'amore per i libri che accomuna persone diverse ma capaci di diventare all'occorrenza, anche la tua nuova famiglia.



Voto: 4 stelline


IL CASO EDITORIALE 


Giugno 2013 Deborah Meyler è una giovane libraia che dopo tanti sacrifici ci è riuscita a salvare due librerie indipendenti di New York nonostante la crisi e la concorrenza delle grandi catene. Nel suo primo romanzo, Lo strano caso dell’apprendista libraia racconta di questa sua magnifica esperienza tra libri e scaffali.

Fine agosto 2013 In America il romanzo esce per il grande editore Simon and Schuster che crede molto in questo libro che è una dichiarazione d’amore verso le librerie, luoghi speciali e incantati.

Settembre 2013 Il libro ha un successo inaspettato. I librai lo adorano e fanno partire un immenso passaparola. Il romanzo viene stampato e ristampato. In breve è in vetta alle classifiche di tutte le librerie indipendenti americane.

Ottobre 2013 All’estero si inizia a parlare dello Strano caso dell’apprendista libraia. Dopo aste agguerrite viene venduto in tutta Europa.

Metà ottobre In Italia Garzanti batte le altre case editrici sul tempo e se ne aggiudica i diritti.

Dicembre 2013 Lo strano caso dell’apprendista libraia viene proclamato il romanzo dell’anno per i librai indipendenti americani.

Primavera 2014 Gli editori si preparano al lancio internazionale.



2 commenti:

  1. Sembra bello!!Voglio leggerlo ;)

    RispondiElimina
  2. Mi ispira tanto *__* La storia è decisamente interessante, e anche la cover italiana non è male **

    RispondiElimina